ARCHETTI 2017

Vai ai contenuti

Menu principale:





     










AZIENDA
__________






Strumentale alla filosofia produttiva di Archetti è la comunicazione. Ovvero, ti spiego quello che sto facendo, perché se non te lo spiego potresti confondermi con altri. E per lui è essenziale che venga capito ciò che sta facendo; poi i suoi risultati potranno anche non piacervi, ma devono essere compresi. È per questo che ha attrezzato una splendida stanzetta nella sua cantina, per non più di sedici persone, dove accompagna i suoi visitatori in un tour enogastronomico tra i suoi vini e prodotti selezionati, parlando non dei soliti aromi fruttati o sensazioni perduranti, ma di terra, di faticosa passione e di tradizione. Sono trascorsi quasi venti anni dalla morte di mio padre Augusto; prosegue il mio cammino nella valorizzazione dei vigneti a bacca rossa. Negli ultimi anni ho scelto le micro vinificazioni a temperatura controllata, dividendo in piccole particelle i vigneti, sperimentando con entusiasmo quanto sia diverso e vario il patrimonio minerale del sottosuolo.Valorizzare vigneti dimenticati dal business, sesti d’impianto “fuori moda”, le purezze... tutto questo è sfociato in quattro creature messe a disposizione del pubblico più attento ed esigente.In cantina riposano altre “sensazioni“, saranno quattro nuove etichette disponibili dal prossimo 2015/2016, tirature limitate, si parte da 900 esemplari per un massimo di 2500 bottiglie. L’invito è di venire in cantina per l’assaggio direttamente dai vasi vinari. Amo ricordare che i sei ettari di terreno vengono seguiti personalmente, conosco ogni singola pianta, vinifico personalmente, etichetto una ad una le mie “creature“ ...e solo chi capisce la mia filosofia può gustare a pieno “l’essenza”.

                                                                                                                                                     Archetti    


________






Luca Archetti  ... Fonda l’Azienda Agricola Il Dosso nel 1997 concretizzando il sogno del padre Augusto, scomparso nel 1990. Luca è permeato dall’idea di indissolubile rapporto che deve legare la terra ai suoi frutti, ovvero la Franciacorta ai suoi vini. Non capisce, quindi, i tentativi da parte della viticoltura indigena di emulare i francesi, per quanto riguarda le bollicine, o i toscani per i rossi. Il suo pensiero ispiratore è di rifiutare le “correzioni” in cantina, a fronte di una quasi maniacale cura del vigneto: il “terroir” si deve poter esprimere liberamente e deve identificare il vino, lontano dall’essere omogeneo a centinaia di altri prodotti uguali a se stessi fino alla noia, la cui caratteristica principe è essere vendibili. Archetti probabilmente non diventerà mai ricco con questa sua attività, ma certamente ha una precisa identità nella produzione viticola franciacortina che aziende molto più grandi magari faticano a trovare. Sei ettari di vigneto, per una produzione annuale potenziale di 30.000 bottiglie. Nella terra delle bollicine, Archetti senza remora alcuna ha scelto di privilegiare i vini rossi, che costituiscono oltre i tre quarti dei pezzi prodotti. D’altra parte i vigneti a disposizione, sia per l’esposizione che per la composizione minerale, sono particolarmente vocati alle uve rosse. Fino a sei ettari Luca riesce a seguire personalmente la cura dei vigneti, come d’altronde segue tutte le altre fasi della produzione dei suoi vini, la vinificazione, l’imbottigliamento, per arrivare fino alle linee guida dello styling del packaging...Per la vinificazione sono stati effettuati investimenti nell’attrezzatura di cantina, come linee di fermentazione controllata o l’indispensabile impianto di termoregolzione per gli ambienti di stoccaggio dei vini. Il tutto nel più assoluto rispetto della  tradizione di vinificazione. Ogni bottiglia esprime la filosofia di Luca, a partire ovviamente dalle caratteristiche del contenuto, ma anche il colore del vetro o la lunghezza del tappo, ad esempio, non sono casuali. Infatti, nonostante lo sforzo richiesto, considerate le dimensioni aziendali, Archetti ha un’attenzione particolare anche al “vestito” delle sue bottiglie, che lo ha portato negli ultimi mesi a ridisegnare tutte le sue etichette.





__________




Agricola il Dosso
               di Archetti Luca

Tel:+39.030.984107  
Cell: +39.3280345306
Email: info@agricolaildosso-it
Website: www.agricolaildosso.it



Torna ai contenuti | Torna al menu